Un tuffo nella realtà che vive questo Paese attraverso la tv di tutti i giorni

04/05/2009 alle 22:13 | Pubblicato su politica | 1 commento

In questi ultimi  giorni, per motivi diversi, sono stato volutamente lontano dalla rete. Un pò per il ponte appena trascorso e l’arrivo di cari amici in città, un pò per sperimentare la vita di chi vive senza internet e di chi percepisce la realtà di quello che lo circonda esclusivamente dalla tv italiana. Il resoconto è disarmante e non solo perchè ormai sono un internauta dipendente abituato a confrontarmi solo con l’informazione che passa on line, ma anche perchè ho percepito che tutti quelli che vivono senza un pc in casa  non hanno, ahimè, mai avuto in casa un dibattito familiare su quello che accade fuori, agli altri.

Il mio amico abituato a vedere il TG5 alle 13.00 e alle 20.00 mi ha forzatamente costretto ad assorbire quello che secondo la tv del Premier, in questo Paese i cittadini devono sapere: l’indispendabile e tutto nella massima serenità.

La mia amica che lavora nel ricco nord da libera professionista, si è preoccupata durante tutto il suo soggiorno di chiedermi, stupita, il costo dei prodotti alimentari “non di marca” presenti nel mio frigorifero.  

Nonostante la fase di imposto relax immerso nel confronto “alieno” per me, tra persone completamente all’opposto in termini di cultura politica e di esperienze personali, ho cercato a tutti i costi di pensare diversamente da come di solito agisco. La colazione, la spesa, il pranzo, addirittura il ristorante sono stati momenti vissuti in maniera spersonalizzata, come se fossi sbarcato ieri in questa città. Le tagliate ordinate dai miei amici e lasciate praticamente nel piatto non mi hanno scandalizzato e incazzato, nè tantomeno il foglietto sul quale alla fine della serata il cameriere ci ha portato il conto.

Loro, i miei amici, non hanno accennato minimamente ai problemi che stiamo vivendo: informazione e recessione economica. E pur sapendo del mio impegno politico quasi per pudore durante il loro soggiorno, non hanno in alcun modo chiesto come andassero le cose.

E il mio amico figlio di un noto politico di sicuro avrebbe potuto chiederlo, visto la nostra opposta visione del mondo, ma niente ha preferito tacere. Eppure dal caso De Magistris, alla Forleo per arrivare alle misure “anti-crisi” del Governo per finire al divorzio del Cavaliere ci saremmo potuti scannare durante tutto il loro soggiorno.

Ebbene oggi sono ripartiti e tranquillamente ci siamo salutati con l’invito a ricambiare l’ospitalità al più presto. Tra amici ormai alieni sembra che la convivenza anche di pochi giorni, possa recuperare quell’antica solidarietà dei tempi dell’università. Ma niente, io non riesco a capacitarmi di come si possa vivere senza porsi domande  su questioni fondamentali che ci coinvolgono ogni giorno in tutte le nostre attività.

E dopo dieci minuti che avevano varcato la soglia di casa per andare all’aeroporto, riaccendo il pc e vado a verificare le prime pagine on line delle testate giornalistiche principali di Francia ed in Inghilterra. E a malincuore vedo che l’attenzione è completamente sposatata su temi diversi; questioni internazionali di primo piano che da noi sono state relegate a terzo o quarto titolo. E mi sono rimesso di gran carriera a ricercare le notizie che in questi pochi giorni di astinenza da internet, sono sparite dai media televisivi.

No, non ci riesco e più forte di me! Non posso calarmi in questa Italia televisiva, non posso proprio! Da domani si ricomincia!

Annunci

1 commento »

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

  1. Molto triste, sostanzialmente vero. Ma direi che il tuo senso di straniamento sia tutto sommato un segnale positivo!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


Entries e commenti feeds.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: