Class Action: come previsto Berlusconi blocca ancora l’entrata in vigore del ricorso collettivo per i consumatori

17/05/2009 alle 12:43 | Pubblicato su economia, politica | Lascia un commento
Tag: , ,

Nel post che avevo scritto il 13 febbraio scorso avevo concluso dicendo che sicuramente il Governo avrebbe fatto slittare ancora l’entrata in vigore della class action. Tanto è stato. Salvo nuovi rinvii l’azione collettiva dovrebbe partire dal 1 luglio 2009, ma con nuove e sconcertanti novità in barba ai consumatori e a tutti i cittadini rispettosi della legge.

Nell’emendamento del PDL votato il 14 maggio scorso al Senato, si cancella definitivamente qualsiasi azione di retroattività della Class Action. Il Governo aveva  sbandierato ai quattro venti, come motivazione per la sospensione della legge sulla Class Action, quella di apportare dei miglioramenti, estendendola anche ai servizi pubblici. Ieri, invece, attraverso l’approvazione di questo emendamento, l’esecutivo ha manifestato chiaramente la sua vera intenzione, e cioè quella di sterilizzare la legge, renderla inoffensiva e garantire, in questo modo, i poteri forti.

Il Ministro Brunetta ha abbozzato ma non mi pare che abbia presentato le dimissioni per questa marcia indietro del Governo: l’ennesimo canta storie!

E così la Confindustria ringrazia, come pure tutti i poteri forti dalle banche ai grandi monopolisti.

Che dire? Di certo la notizia non ha avuto ampio risalto sui media e dire che una legge che dia garanzie ai consumatori può solo che rafforzare la qualità del mercato e dei suoi operatori. Ma si sà che se il capitalismo italiano è fatto da truffatori e sanguisughe, il potere governativo può solo continuare a garantirne la sopravvivenza in questo modo: calpestando i diritti dei cittadini onesti.

E chiudo ancora dicendo: voi credete che il governo Berlusconi farà davvero partire quel che rimane della class action i prossimo 1 luglio 2009?

aggiornamento 26/06/2009: ennesimo rinvio del Governo per decreto legge della class action che slitta al 1 gennaio 2010. E voi ci credete ancora che entri in vigore fin tanto che c’è Berlusconi al Governo? Ma c’è una novità: la class action si potrà far valere solo per gli eventi che si verificheranno dopo il 1 gennaio 2010 (dl 78/2009), cancellata completamente la retroattività della norma.

leggi anche: Class action secondo rinvio di Berlusconi che se ne frega dei consumatori truffati e che continuano ad essere presi in giro

Annunci

Lascia un commento »

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


Entries e commenti feeds.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: