Il puttaniere incallito e i cortigiani di palazzo

19/06/2009 alle 05:46 | Pubblicato su politica | 2 commenti
Tag: , , , , ,

La lotta contro il tempo per far approvare il disegno di legge Alfano sulle daddario01hintercettazioni che bloccherà l’attività investigativa delle forze dell’ordine e della magistratura e, istituzionalizzerà, il bavaglio per l’informazione che non ci permetterà più di sapere nulla sulle inchieste scottanti che riguardano la criminalità e le caste, ci svela la strategia politica ed elettorale di Berlusconi: governare a mani libere senza il timore degli scheletri nell’armadio.

Non ho mai creduto alle tesi del complotto contro questa o quell’altra parte politica, giacchè è risultato evidente a tutti che alternativamente sia nei Governi di centro sinistra che di centro destra degli ultimi 15 anni, le inchieste della magistratura hanno riguardato sia Prodi che Berlusconi senza distinzioni.

Il problema grave, sta nel fatto che è la classe dirigente sempre la stessa,   anche ai massimi livelli e non riesce a stare fuori da fatti criminosi, perchè l’economia della cosa pubblica si fa senza concorrenza e  le necessarie procedure di trasparenza, ma con le tangenti. Alternativamente dall’una e dall’altra parte, ministri e sottosegratari, sono stati riciclati dopo anni di attività politica sul territorio quando erano già immischiati in inchieste aperte dalla magistratura. Se quindi oggi ci sono ministri del Governo Berlusconi indagati, lo si deve solo alla loro precedente attività amministrativa svolta a livello locale e non al fatto di essere diventati parte dell’esecutivo.

Il marcio c’era prima e continua ad esserci oggi. Per il Premier vale lo stesso discorso. Lui ha già lo “scudo spaziale” del lodo Alfano, ma ciò nonostante è necessario impedire all’opinione pubblica di sapere la verità.

E in questo scenario che va vista l’ennesima inchiesta che la procura di Bari ha avviato nei mesi scorsi e che vede coinvolto di riflesso Berlusconi, attraverso il giro di “signorine escort” che avrebbero allietato le notti e le feste a Villa Certosa e Palazzo Grazioli.

Un imprenditore per ammorbidire le posizioni dei potenti che avrebbero potuto agevolarlo nella sua attività economica, avrebbe pagato delle prostitute per portare a casa appalti nella sanità pugliese. E in questi incontri dove la “merce offerta” si giocava il tutto per tutto per “svoltare”, i potenti avrebbero offerto candidature alle elezioni, tutto nel più classico dei comportamenti di ciò che accade tra una giovane che si offre ad un politico vecchio e laido che, travolto dalla passione e imbottito di viagra, fa promesse che non manterrà mai per carpirne i favori. Così sarebbe andata.

Il problema in tutta questa vicenda, non è sul fatto che il Premier possa andare o meno a puttane, che è un comportamento che non giudico e che dipende dalla coscienza personale di ognuno di noi, ma nella carica istituzionale che ricopre.

Mi preme solo ricordare che chi va al Family day ed è sposato e va a letto con donne diverse dalla propria moglie dimostra il massimo dell’ipocrisia e calpesta quei valori legati alla famiglia che un minuto prima difendeva strenuamente. E pensare che due anni fa erano i Dico a minacciare la famiglia!

Un Capo di Governo deve essere un esempio di specchiata moralità per tutto il Paese e non può essere soggetto a simili ricatti e a certi scandali. La sua attività deve essere condotta senza timori e nel rispetto della legge. Non può garantire lo svolgimento della sua attività politica attraverso la censura dell’informazione o il blocco dell’attività investigativa della magistratura.

Berlusconi capo di Governo a mio giudizio, è l’esempio più inappropriato di chi dovrebbe guidare una maggioranza politica forte di un Paese che fa parte del G8. Non ha più la credibilità e l’autorevolezza per portare avanti il suo mandato. Come può un politico che mente alla moglie e alla propria famiglia, essere credibile agli occhi degli elettori?

leggi anche: TG1 ore 20 scandaloso Minzolini: censura di Governo all’ennesima potenza, scompare l’inchiesta di Bari sulle squillo di Palazzo Grazioli

2 commenti »

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

  1. Purtroppo, i suoi elettori lo ritengono credibile, è incredibile.

    • no no non hai capito i suoi elettori sono orgogliosi di avere un presidente puttaniere,ed un pochino pedofilo.
      siamo messi male mi vergogno di essere italiano


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.
Entries e commenti feeds.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: