Influenza suina: morto in Gran Bretagna primo contagiato in salute

10/07/2009 alle 21:26 | Pubblicato su cronaca | Lascia un commento
Tag: , , ,

influenza-suinaNell’ospedale di Basildon Thurrock nell’Essex, in Gran Bretagna, è morto il primo ricoverato per avere contratto l’influenza suina, senza alcun problema di salute di base. Una persona sana insomma che si era contagiato per via aerea con il virus dell’influenza A.

Il numero di infettati in Gran Bretagna è raddoppiato nelle ultime settimane: 15 sarebbero i morti dal mese di marzo.

La città di Londra e il West Midlands sono sul punto di essere classificate come “città a rischio” a causa della velocità con cui il virus si sta diffondendo.

Ci sono 9.718 casi confermati di influenza suina in Gran Bretagna ma i funzionari temono che la cifra reale potrebbe essere 10 volte più elevata.  La Gran Bretagna sarebbe così il terzo paese per contagi, dopo gli USA e il Messico.

Oggi il governo di Gordon Brown ha dichiarato che per affrontare la pandemia, potrebbe consentire a chiunque venga infettato  dall’influenza di  tipo A di assentarsi dal lavoro per 14 giorni senza la necessità del certificato medico, con una semplice auto-certificazione.

Un portavoce del ministero del Lavoro e della Previdenza sociale, ha dichiarato: “Il governo sta considerando le possibili misure per ridurre al minimo il rischio di un’ulteriore diffusione del virus e tutelare la salute pubblica”.  Lo stesso governo, per bocca del suo ministro della sanità, Andy Burnham, qualche giorno fa aveva dichiarato di aspettarsi già dalla fine di agosto 100.000 contagi al giorno!

E il governo Italiano che fa? Ferruccio Fazio ha conquistato una bella poltrona diventando ministro, ma quando gli sentiremo dire qualcosa, dopo le vacanze di agosto? Certo è che su queste notizie in Italia c’è la censura più totale, in tv e sui giornali e sui principali e più visitati media on line. Scommetto che ci vorranno i primi morti anche da noi perchè qualcuno inizi a programmare un piano per limitare i contagi al minimo e istruire la popolazione.

leggi anche:

Influenza H1N1: rischio pandemia sottovalutato in Italia?

Annunci

Lascia un commento »

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


Entries e commenti feeds.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: