Pescara: 7 poliziotti arrestati sgominata la banda che taglieggiava i camionisti stranieri, erano diventati i predatori dell’autostrada

01/08/2009 alle 18:39 | Pubblicato su cronaca, politica | 2 commenti
Tag: , , , , , , , , , , , ,

polizia_di_stato_113A Pescara 7 poliziotti si erano trasformati in una banda di taglieggiatori in uniforme. Dei veri e propri “predatori” per i camionisti che transitavano sull’autostrada tra Ortona e San Benedetto del Tronto.  Secondo il sostituto procuratore Giuseppe Bellelli che ha coordinato le indagini, affidate alla squadra Mobile guidata da Nicola Zupo, i 7 poliziotti si erano inquadrati in una squadra organizzata i cui componenti, minacciando di pesanti multe gli autotrasportatori stranieri, si sarebbero fatti consegnare denaro in cambio della rinuncia alla contravvenzione per il superamento dei limiti di velocità o delle ore di guida: somme di importo variabile, dai 20 ai 200 euro, da spartirsi a fine giornata come un bottino e incassi fino a 300 euro a testa al giorno.

I 7 poliziotti sono agli arresti domiciliari e non parlano, erano tutti sei della Sottosezione di polizia stradale di Pescara nord. Sono accusati di associazione per delinquere aggravata finalizzata alla concussione e al rifiuto di atti d’ufficio:

  • Mario Plevani, 46 anni, vice sovrintendete, di Pineto;
  • Cristian Micaletti, 37 anni, assistente, di Francavilla;
  • Marco Di Lorenzo, 39 anni, assistente capo, di Moscufo;
  • Carlo Voza, 39 anni, assistente capo, di Città Sant’Angelo;
  • Gaetano Margiotta, 40 anni, assistente capo, di Pescara;
  • Francesco Marulli, 43 anni, assistente, di Chieti;
  • Franco Evangelista, 38 anni, assistente, di Collecorvino.

Questi arresti lasciano sgomenti. Dei rappresentati dello Stato, dei funzionari che hanno giurato fedeltà alla Repubblica ed ai suoi valori fondanti, si sono trasformati in mostri che disprezzavano le regole della democrazia. Il sopruso era la regola che li armava in ogni momento del loro servizio.  E’ altrettanto più sconcertante che fossero in 7: chi e come è riuscito ad estendere il progetto criminoso agli altri colleghi, in quanti altri sapevano quello che accadeva in autostrada?

A dare avvio alle indagini, era stato, all’inizio di marzo, l’esposto di un autotrasportatore francese che aveva denunciato alla polizia stradale di Altedo (Bologna) la presunta tangente, raccontando che il 17 febbraio, nelle vicinanze di Pescara, era stato costretto a pagare 100 euro euro per evitare una contravvenzione di 350 euro per un eccesso di velocità che, in realtà, non c’era. Grazie alle intercettazioni ambientali e telefoniche su due auto di servizio, i 7 poliziotti sono stati scoperti e arrestati.

E se il ddl Alfano fosse stato già legge questi “mostri” come sarebbero stati scoperti senza l’ausilio delle intercettazioni?

E’ un malessere profondo quello che è stato evidenziato da questi arresti  Eravamo abituati a leggere di queste notizie su poliziotti corrotti nei paesi dell’Est,  dove richiedere tangenti e corrompere le forze dell’ordine è ancora la regola, ma non nel nostro Paese.

Anche questo episodio è la conferma di come il Paese sia in declino. Ovviamente la notizia non è passata in cronaca nazionale, tantomeno sui TG di prima serata.

Quanti altri poliziotti mostri come questi ci sono in giro a pattugliare il territorio della nazione?

Advertisements

2 commenti »

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

  1. allucinante. A pensare che tanta gente onesta sognava di indossare la divisa. Mi vergogno anche soltanto in quqlita di sostenitore Asaps

  2. salve, sono un camionista è vi voglio rispondere in merito alla domanda che vi siete posti: “Quanti altri poliziotti mostri come questi ci sono in giro a pattugliare il territorio della nazione?”
    io vi rispondo che sono ancora TROPPI è sparsi in tutta Italia.
    saluti.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.
Entries e commenti feeds.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: