Berlusconi il suo tempo sta per finire

08/09/2009 alle 06:56 | Pubblicato su politica | Lascia un commento
Tag: , , , , , ,

Continuano gli attacchi di Feltri e del Giornale di Berlusconi contri tutti quelli che non sposano la causa del Premier. Stavolta è stata la volta di Gianfranco Fini, presidente della Camera, che viene preso di mira da Feltri in un editoriale di ieri dove gli chiede se “è davvero ancora di Destra” per le sue posizioni su molti temi “scottanti”, dall’immigrazione, al testamento biologico ai gay.

Feltri ribadendo la sua linea razzista, omofoba e clerico fascista, chiede al Presidente della Camera “di rientrare nei ranghi”!

Feltri si rammarica, inoltre, del fatto che Fini abbia espresso contro di lui un’opinione dura senza conoscere i fatti sul “caso Boffo”. Rinfaccia a Fini di non aver lui, in quanto direttore di una testata giornalistica in primis, valutato una semplice lettera anonima, spacciata come vera, per quello che era, una velina senza valore.

Arriva solo in tarda serata la nota di Berlusconi che dice che non sapeva di questo articolo e che non lo condivide e Feltri, fa il contro canto, dice che se lui ha una posizione quando la esprime non si aspetta gli applausi del Presidente del Consiglio. Il classico teatrino insomma della smentita.

Il messaggio agli elettori del PDL è stato lanciato: “Fini è il nemico di Berlusconi ed è il nemico di tutto il Partito della Libertà”. “Non è più di Destra”! Il messaggio passa, gli altri giornali e le tv, lo riprendono e la coltellata è stata assestata. Adesso aspettano solo il cadavere.

E’ un attacco finale a tutti i dissidenti potremmo dire, a tutti quelli che stonano rispetto alle linee guida dell’asse Bossi-Bossi-Berlusconi, si un Bossi per due, perchè il peso della Lega all’interno della coalizione di Governo fa per due. Senza la Lega non ci sarebbe nè maggiornaza, nè Governo, nè  Berlusconi padrone di RAISET. Tutto dipende ormai dalla Lega che alza sempre più il tiro nei confronti del Premier: insomma Bossi tiene per le palle Berlusconi!

Ma questo clima quanto durerà? Io credo ancora poco. Berlusconi prima di Natale sarà messo da parte dalla stessa Lega, perchè monterà il malcontento nella base e al tempo stesso monterà la silenziosa protesta dei colonnelli di AN. Fini è un leader apprezzato, stimato e amato dallo zoccolo duro di quella che era AN, colpire lui vuol dire colpire gli elettori ed almeno un buon 10% degli elettori del PDL.

Nei bar e negli uffici, nei principali luoghi pubblici insomma, l’attacco a Fini non è stato gradito dalla gente e l’atteggiamento da “Duce” del Premier non è propriamente gradito, sia perchè non sta nè in cielo e nè in terra la denuncia di Berlusconi sul “90% dei media contro di me” in mano ai “catto-comunisti”, sia perchè ormai ha “stufato” con queste polemiche! Lo dice la gente. Insomma per la gente ha sbarellato proprio! A Roma si dice “è fuori di capoccia”! Una signora mi faceva notare mentre ero al supermercato: “ma se ha il 70% dei consensi e tutti lo amano, perchè sta facendo questa guerra a tutti gli oppositori? Più ha consenso e più fa la guerra agli altri?” Non vi riporto il termine romanesco con il quale l’ha definito.

Più Berlusconi nei prossimi giorni farà la voce grossa attaccando tutto e tutti e mandando per le redazioni dei gionali i suoi avvocati a consegnare citazioni per danni, più avremo la prova tangibile del crollo del suo regime. Non credo sia finita qui con l’attacco del  giornale di famiglia a Fini; Feltri del resto lo aveva annunciato scrivendo “cominciamo da Boffo” e non si fermerà perchè la fine di Berlusconi è ormai prossima.

Elezioni anticipate in primavera a causa della crisi economica e occupazionale. Sarà lo stesso Berlusconi ad invocare le elezioni anticipate, chiedendo al popolo, come dice lui più consenso per governare.

Ma c’è chi ammette che potrebbe essere la decisione positiva di rigettare il vizio di costituzionalità da parte della Consulta, sul lodo “Alfano”, a spianare la strada a consultazioni politiche anticipate: in questo modo Berlusconi potrebbe far slittare di un anno il referendum promosso dall’Italia dei Valori contro il lodo Alfano.

Infine c’è anche l’opposizione interna al PDL capeggiata da Gianfranco Fini che potrebbe aprire gli occhi alla stragrande maggioranza del PDL, che in questo modo mettendo alle strette Berlusconi per i tanti scandali di questi mesi, darebbe un ultimatum forte al Premier tanto che si giocherebbe il tutto per tutto con la carta delle elezioni anticipate.

In tutti e tre i casi bisogna rimanere con gli occhi aperti e vigilare, perchè non mi sento di dire che la democrazia in questa fase della nostra vita pubblica non rischia niente.

Annunci

Lascia un commento »

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


Entries e commenti feeds.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: