Berlusconi green economy sì, ma solo all’estero!

28/09/2009 alle 18:44 | Pubblicato su ambiente, politica | Lascia un commento
Tag: , , ,

Se Berlusconi all’estero si spertica nel ribadire che la politca di Obama è uguale a quella che persegue lui, da quella estera a quella energetica, in Patria però opera in altro modo. Nella nuova Finanziaria al momento non c’è traccia della copertura necessaria a sostenere l’applicazione della norma per la quale è previsto lo sgravio fiscale del 55 per cento sugli interventi per evitare gli sprechi energetici in casa, nella costruzione di nuovi edifici o nelle ristrutturazioni.

L’esecutivo ci aveva già provato lo
scorso anno, ma poi quei rompiscatole
degli ambientalisti alla fine lo avevano
costretto a mantenerlo. Del resto, dopo
che il ministro Scajola ha annunciato a
gran voce l’apertura di nuove centrali
nucleari entro al fine della legislatura, con
l’Enel in prima fila per la loro costruzione,
non si capisce proprio perchè bisognerebbe
incrementare l’energia pulita.

Il Governo ci aveva già provato lo scorso anno, ma poi quei rompiscatole degli ambientalisti alla fine lo avevano costretto a mantenerlo. Del resto, dopo che il ministro Scajola ha annunciato a gran voce l’apertura di nuove centrali nucleari entro al fine della legislatura, conl’Enel in prima fila per la loro costruzione, non si capisce proprio perchè bisognerebbeincrementare l’energia pulita.

Non si capisce perchè se in Italia la cosidetta “green economy” può generare investimenti stimati per tre miliardi di euro,  si faccia un passo indietro per azzerarli completamente.

Forse gli amici degli amici non hanno interessi in questo settore?

Sembra evidente questa conclusione anche perchè  il Governo Berlusconi ha  rinviato di un anno l’obbligo di costruire impianti elettrici da fonti rinnovabili per le nuove costruzioni, ed ha bloccato anche l’obbligo della presentazione della certificazione energetica in caso di vendita di un immobile.  I costruttori hanno sempre la priorità nei pensieri di Berlusconi.

Altro che “green economy”,  più old di così!


Lascia un commento »

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.
Entries e commenti feeds.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: