Lodo non lodo si fa tutto per Berlusconi!

07/10/2009 alle 07:13 | Pubblicato su politica | 1 commento
Tag: , , , ,

Più volte si è ricordato che la nostra Repubblica come istituzione, grazie a Silvio Berlusconi, ha toccato il fondo, ma come non mai in questi giorni il marciume del pesante e pericolosissimo conflitto d’interesse che lo avvolge, evidenzia al mondo intero l’involuzione democratica del nostro Paese.

L’imminente valutazione da parte della Corte Costituzionale sulla validità o meno del “lodo Alfano” e la sentenza del tribunale civile di Milano sul “lodo Mondadori”, hanno fatto scoppiare clamorosamente tutti i nodi del conflitto d’interesse di Berlusconi.

Tutti i suoi scagnozzi, servi e lecchini, ovunque e comunque, hanno un imperativo: tutelare gli interessi del Premier, economici, finanziari e politici, tanto da arrivare a dire che porteranno in piazza un milione di persone contro la sentenza del tribunale civile di Milano che ha condannato Fininvest a risarcire la CIR di De Benedetti con 750 milioni di Euro.

Ma chi lo difende a spada tratta annunciando i tentativi di “golpe” dei bolschevichi, sia essi giudici o giornalisti o appartenente ai poteri forti, pronti a far cadere la sua maggioranza, ha un unico timore: perdere la poltrona se la democrazia tornasse a regolare i rapporti politico-elettorali nel nostro ordinamento.

Con la legge elettorale, la cosidetta “porcata Calderoli”, il Premier sceglie i suoi servi in Parlamento ed è naturale che quest’ultimi siano preposti alla difesa a spada tratta dei suoi interessi economico-finanziari, fino anche alla morte perchè ormai il Parlamento è stato svuotato delle sue prerogative e chi comanda è solo chi decide “chi candidare” e “chi far eleggere”.

Vedere Ministri e parlamentari che parlano delle vicende personali e giudiziarie di Berlusconi come fossero i temi centrali dei problemi degli italiani, è a dir poco vomitevole. Ma sappiamo che questi argomenti hanno come unico obiettivo quello di spostare l’attenzione su quello che il Governo non fa e non farà, cioè modernizzare il Paese, affrontare la crisi economica, rilanciare i consumi. No, di tutto questo il Governo non si occupa, perchè il suo impegno principale è rafforzare le Caste, rafforzare la rendita, destrutturare lo Stato di diritto e interferire sul potere giudiziario per arrivare a controllarlo definitivamente, così da non avere più oppositori.

Potremmo continuare fino a domani mattina a dire che 15 anni di irrisolto conflitto d’interesse hanno pregiudicato lo sviluppo del nostro Paese, perchè da una parte l’obiettivo principe di chi è voluto entrare in politica era quello di difendere strenuamente i suoi interessi economici, dall’altra quello di riuscire a contrastare il debordante potere finanziario che compra tutto e tutti, di colui che vorrebbe farsi incoronare il “nuovo Re d’Italia”.

Alla fine hanno perso tutti i cittadini onesti quelli che pagano le tasse fino all’ultimo centesimo, quelli che non hanno le doppie case o nessuna, quelli che rispettano le regole della convivenza civile, quelli che non vanno a puttane a mille euro la botta, quelli che giovani hanno ancora la possibilità di salvarsi emigrando altrove.

La consolazione più grande, accada quel che accada, è che ci sarà sempre chi non piegherà la testa davanti ad un sporco sistema di  potere fatto di nani, ballerine e viscidi viziosi settantenni che hanno comprato ormai ogni cosa: anime, corpi, coscienze, volontà acquistate con sporchi euro del malaffare criminoso di chi sguazza nel potere.

Anche senza il “lodo Alfano” tutto continuerà a scorrere naturalmente. Berlusconi rimarrà al suo posto e i suoi servi continueranno a difendere i suoi interessi. Avrà dei nemici in più, i giudici della Corte Costituzionale e continuerà a fare la vittima ed ad appellarsi con i suoi sondaggi al “popolo” più televisivo che reale, che lo ama e lo incensa.

I cittadini onesti, invece, continueranno a vomitare nel cesso ogni volta che lo vedranno passare in tv.

All’orizzonte nessun cambiamento nel breve.

Annunci

1 commento »

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

  1. ti aggiungiamo subito nel blogroll!

    passa a trovarci e, se ti va di pubblicizzare il tuo sito da noi, perchè non scrivi un articolo di politica da noi? Nel caso possiamo aprire l’articolo con un box che presenta l’autore e ovviamente linkare in evidenza il tuo blog!

    ciao ciao


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


Entries e commenti feeds.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: