No B-day: fermato dalla polizia perchè mostrava il Fatto quotidiano alle telecamere

08/12/2009 alle 08:25 | Pubblicato su politica | Lascia un commento
Tag: , , ,

Sono un ragazzo diciottenne, quotidianamente indignato dalla politica italiana, che ritengo irrispettosa del Paese. Sabato ero a Torino per manifestare contro Berlusconi, intervenuto in pompa magna per inaugurare l’alta velocità che collega la stazione di Porta Nuova con Milano. In attesa dell’arrivo del premier sono stato fermato da agenti in borghese per aver mostrato la prima pagina del Fatto Quotidiano alle telecamere e ai fotografi presenti. Sono stato interrogato sulla provenienza del giornale che titolava «Adesso basta. La legge è uguale per tutti» e, dopo aver spiegato che il quotidiano è acquistabile in qualsiasi edicola, sono stato lasciato andare.

Sono rimasto allibito dal comportamento degli agenti. Un chiaro tentativo di censura, in mezzo a numerose persone comuni, che mi hanno immediatamente espresso solidarietà. Non pensavo si arrivasse a tanto: controllare i messaggi che un individuo espone durante una manifestazione. Anche se si tratta semplicemente della prima pagina di un quotidiano.
DAVIDE OLOCCO CAVALLERMAGGIORE (CN) Pubblicato da La Stampa del 7/12/2009


Annunci

Lascia un commento »

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


Entries e commenti feeds.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: