Finanziaria 2010: il Governo scippa il TFR dei lavoratori privati

09/12/2009 alle 09:33 | Pubblicato su economia, politica | 6 commenti
Tag: , , , , ,

L’avvio anticipato della previdenza complementare al 1 gennaio 2007, come stabilito nella legge finanziaria nr. 296 del 27 dicembre 2006 (Governo Prodi), ha previsto per tutte quelle aziende con oltre 49 dipendenti l’obbligo di destinare all’INPS la quota di Tfr maturata a decorrere dal 1 gennaio 2007 e non destinata, chiaramente, alle forme pensionistiche complementari. Il contributo è confluito  mensilmente in un fondo gestito dall’INPS ed istituito presso la Tesoreria di Stato e sarebbe andato a finanziare la realizzazione di opere infrastrutturali di interesse nazionale.  La legge aveva previsto, inoltre, che entro i primi sei mesi del 2007, se il lavoratore non avesse chiaramente esplicitato il suo rifiuto ad aderire alla previdenza integrativa, sarebbe valsa la regola del silenzio-assenso irrevocabile. Un scelta allucinante e gradita esclusivamente al settore bancario a completo danno dei lavoratori.

Dallo scorso 1 gennaio 2007 ad oggi, questo fondo gestito dall’INPS è arrivato ad accogliere poco meno di 3,1 miliardi di euro. Nella legge finanziaria in discussione alla Camera in questi giorni, il Governo Berlusconi ha deciso di utilizzare questo bel gruzzoletto dei lavoratori per la copertura delle spese correnti avocandolo direttamente al Ministero dell’Economia e Finanze.

Il Governo ha già fatto sapere che porrà il voto di fiducia, pertanto nessuna possibilità di discussione o di modifica in aula alla Camera.

Il provvedimento è abominevole e da un sonoro schiaffo a tutti i lavoratori privati, perchè trasforma denaro certo, in futuro e ulteriore gravoso debito pubblico che graverà su tutti i cittadini. Altro che manovra a saldo zero, è una finanziaria che incrementa il debito pubblico di ulteriori 3,1 miliardi di euro!

Da quali risorse saranno rimpiazzati i 3,1 miliardi di TFR che il Governo si appresta a depredare da questo fondo?  Tagli alla spesa pubblica, maggiori entrate fiscali nei prossimi anni? E continuate ancora a credere che Berlusconi non metta le mani nelle tasche di tutti i cittadini? Questo scippo di TFR che cosa rappresenta se non una rapina a tutti i cittadini?

La questione di fondo è se sia lecito utilizzare senza il consenso dei lavoratori privati, queste risorse per andare a finanziare i servizi pubblici come la sanità, l’istruzione, la difesa, i ministeri. Insomma tutto a carico dei lavoratori dipendenti, mentre si sono realizzati provvedimenti come lo “scudo fiscale” che, al contrario, premiano altri cittadini che evadono le tasse e che hanno depredato di risorse lo Stato.

Il Governo, dunque, prende i soldi dei lavoratori dipendenti privati a “babbo morto” e chi vivrà vedrà, tanto si fa sempre in tempo ad aumentare la pressione fiscale o a fare un altro condono.

L’ipotesi peggiore, però, è anche quella di essere ormai talmente vicini al “default” che si tira a campare fin tanto che la barca va, tanto comunque verrebbero congelate le liquidazioni, tanto vale usarli oggi quei soldi che ancora ci sono e sono reali.

I lavoratori dipendenti privati sono stati fregati per l’ennesima volta! Non aderendo alla previdenza complementare hanno creduto bene di lasciare il loro TFR all’INPS, per essere sicuri e non rischiare nei mercati finanziari, ma la scelta oggi si rende vana visto che il Governo Berlusconi se ne appropria integralmente e chi si è visto si è visto.

leggi anche: Credit default swaps e il rischio sul debito pubblico italiano

Share/Bookmark


6 commenti »

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

  1. […] di debito!).  La manovra finanziaria del prossimo anno finanzia la spesa pubblica corrente con il TFR dei lavoratori dipendenti privati e Berlusconi si vanta ancora di non aver messo le mani nelle tasche dei cittadini! Vi rendete […]

  2. Oggetto: TFR in Finanziaria 2010 ?

    In riferimento all’oggetto vorrei innanzi tutto precisare il fatto che i lavoratori nel 2007 sono stati obbligati o destinare il tfr in un fondo pensione o chi non aderiva, per le aziende con > 49 dipendenti, il tfr era destinato nel fondo INPS, senza lasciare scelta al lavoratore di tenerli in ogni modo fermi in azienda.
    Il TFR, o liquidazione, è un diritto acquisito e sacrosanto del lavoratore il quale può usufruirne secondo quanto scritto all’art. 2120 del codice civile. Tale accantonamento serve al lavoratore, oltre alle previste istanze/esigenze anticipate, in caso di dimissioni o licenziamento in attesa che la persona trovi un’altra occupazione. Quindi il TFR deve essere restituito al titolare. Visto che tutto il PDL vuole tanto bene al suo popolo, visto che i miliardi di € non gli mancano, visto che loro hanno tanto fiducia nel loro mandato, perché non li anticipano di tasca propria i 3.1 MLD di €?
    Gli ultimi governi che si sono succeduti non hanno fatto altro che aumentare la spesa o debito pubblico… così erroneamente definito. Il debito pubblico lo hanno generato i governi, che badano a spendere anche le risorse che non dispongono. Le famigli hanno già dato e nonostante la recessione, o crisi che dir si voglia, hanno dimostrato di tenere sotto controllo i propri conti, senza quindi indebitarsi (più di tanto). Insomma il governo deve tagliare gli sperperi laddove è necessario senza aumentare la pressione fiscale e chiedere ulteriori sacrifici ai cittadini onesti che pagano regolarmente le tasse. Non m i sembra che i ns. parlamentari e senatori siano disposti a fare dei sacrifici, visto il loro lauti stipendi e benefits.
    Poi è ora di finirla di parlare sempre di innalzamento dell’età pensionabile. I Conti INPS sono in regola.
    Rammento, in proposito, che i lavoratori prima andavano in pensione con 35 anni di lavoro, dopo la riforma Dini ed il correttivo di Prodi, se lo poteva risparmiare, ora i lavoratori (quelli che hanno iniziato a lavorare dai 14 ai 16 anni) andranno in pensione con oltre ai 40 anni di servizio. Mi risulta che parlamentari e senatori si sono mantenuti ben stretto il diritto di accedere al bonus pensione di € 5000 solo dopo 2 anni e mezzo di legislatura. E’ una vergogna!!!!.

    Ora che il fondo l’abbiamo toccato è giunta l’ora di invertire la rotta.
    Giuseppe da Bologna, li 28/12/09.

  3. “Gli ultra ricchi, le famiglie padrone degli stati, non evadono le tasse, le riscuotono.
    Stato e fisco sono roba loro, non nostra. Lo stato non siamo noi, lo stato è contro di noi.
    Non capisco la follia di coloro che, pur rendendosi conto che lo stato è un privatissimo strumento di depredazione in mano a famiglie di scadenti potentati, vogliono conferire a questo stato-strumento più poteri, più funzioni, più tasse, più soldi, contro gli interessi della propria famiglia. E’ come darsi la zappa sui piedi.” ( Filippo Matteucci )

  4. Davvero una cosa vergognosa.
    Intanto la cricca… scricca! Chiedo alle forze di polizia di tenersi pronti caso mai il nano voglia espatriare prima nel naufragio del suo baraccone.
    Spero solo che dopo… per rimpiazzare le ruberie fatte ai danno dello stato, cioè noi, tutti i suoi averi vangano ridistribuiti con aste pubbliche a privati. E gli introiti vadano a coprire il debito pubblico che ha generato in questi ultimi 20 anni!!! Lui ed il suo collega Craxi (“il più grande ladro del XX° secolo”).

    Manca poco… il “re” sta cadendo!

  5. Intanto, mentre chiede agli italiani il sacrificio di 25 miliardi di euro…
    Lui di divide le bande analogiche con la rai senza indire un asta pubblica… In germania dopo l’asta hanno tirato su 4,4 miliardi di lire. E lui con le sue tv letame non tira fuori un cent!!!
    Tra l’altro tutte le tv in europa danno mediamente un 5% di interesse per l’uso delle frequenze… Berlusconi con le sue tv tira fuori un 1%… POVERINO!!!

    VERGOGNA!

    In galeraaaaaaaaaaaaaaa!

  6. spero che questo video sia la verita’ perche’ avevo sentito l opposto dai dipendendenti di previdenze private, grazie


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.
Entries e commenti feeds.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: