Mi sfogo…

14/01/2010 alle 11:43 | Pubblicato su politica | Lascia un commento
Tag: , ,

Il lungo silenzio informativo che mi ha caratterizzato nelle due ultime settimane, nasce da una riflessione profonda che mi ha portato a conclusioni drammatiche sul futuro prossimo del nostro Paese.

Ognuno di noi è ben consapevole di continuare a sopravvivere in una realtà sociale asfittica, dove si continua a cercare un lavoro per sopravvivere e non per costruire. Intorno a noi non esistono piani di sviluppo che cercano di far progredire le persone, ma continuiamo ad essere circondati da squali che con ogni azione possibile e permessa dalla legge, cerca di arraffare e prevaricare senza scrupoli.

Dai vertici del potere legittimo, all’ultima pedina di coloro che si vantano di essere “cittadini” di questa Repubblica, ogni giorno si continua a  porre in essere comportamenti che vanno contro l’interesse collettivo.

Si vive come in un grande reality dove a causa dei problemi economici personali, la più parte degli italiani non riesce più a stare dietro all’azione politica eversiva di quella casta “dei poteri forti” che da quindici anni, cerca di rifondare uno Stato fatto da “signorotti” e “cafoni”.

Leggi per risolvere le questioni giudiziarie del Premier e di pochissimi altri suoi amici, provvedimenti xenofobi e azioni razziste contro gli immigrati, slogan pre-elettorali sulla fine della progressività per il pagamento delle imposte, la gente non ce la fa più alla sera a cercare di capire quali siano le notizie vere da quelle false. O forse non ce la fa più a rimanere in piedi fino a mezzanotte per attendere l’ultima edizione del TG3 dove ancora qualche notizia viene correttamente raccontata. Sì è proprio così, perchè se torni verso le otto di sera tra il TG1 e il TG5 o il TG2 che segue di li a poco, è quasi imbarazzante sedersi ad ascoltare le notizie. Se poi dopo una giornata di lavoro, di treno affollato come un carro bestiame o di metrò straboccante di gente, ti senti dire al TG1 che “Craxi è un grande statista che è stato un capro espiatorio”, allora sì che se non hai una connessione ad internet ti viene solo voglia di tirare il telecomando contro lo schermo e di andare a letto.

Una signora ieri in treno mi raccontava che per una visita dall’endocrinologo gli hanno dato la prenotazione per il prossimo mese di settembre 2010 e, angosciata per un nodulo che gli è venuto alla tiroide si chiedeva se era accettabile aspettare tutto questo tempo. Tagliando corto alla fine sarà costretta ad andare a visita privata, ha continuato.

Gli italiani, quelli cioè che più o meno sono in quel 50% di elettori che non votano per Berlusconi, si sentono sopraffatti. Se non hai la possibilità di evadere le tasse, di frodare fondi pubblici per i tuoi interessi personali, se vivi solo del tuo stipendio continui a pensare ma quali politiche potrà fare per te questa maggioranza di Governo?

Non hai procedimenti in corso, non tiri cocaina nè vai a puttane o a trans, cerchi di mettere da parte qualcosa ogni mese per avere  un ancora di salvataggio in caso di emergenza, ti sei laureato e sei super specializzato, ma ci sono certi soggetti in ufficio da te che sono entrati solo perchè esistono ancora quelli che hanno il potere di far assumere i “ciucci”, ma allora che provvedimenti possono agevolare la vita della mia famiglia presi da questa maggioranza?

L’abolizione dei provvedimenti che eliminavano il brutto vizio delle “dimissioni in bianco”, l’abolizione della tracciabilità dei pagamenti per i commercianti e liberi professionisti, la creazione della “pec” (sono due mesi che ho scritto un’email all’INPS con la posta certificata e nessuno mi ha risposto), le ronde, la privatizzazione dell’acqua…lo scudo fiscale, ma qualche cazzo di provvedimento preso da questo Governo migliora la mia vita?

E chissà quanta gente ha pensato almeno una volta di recente come riuscire ad entrare nel club di quella “casta” che conta e si sente “fregna” nell’era di Berlusconi.

Vi garantisco che se solo aveste rapporti con questa gente, non riuscireste un solo minuto a stare vicino a gente che non fa un cazzo dalla mattina alla sera, che sfrutta le sue conoscenze per rimanere a galla e che si vanta di essere un privilegiato perchè, dopo tutto, non si può dare tutto a tutti e i “ricchi e poveri” ci sono sempre stati nella società e se, di poveri ce ne sono di più, forse è anche meglio per i ricchi che riescono a campare meglio.

Io continuo a regolarmi in un modo forse troppo radicale, scindo ormai solo tra rosso o nero, ma sicuramente elimino tutto ciò che è male, tutto ciò che è merda:  non guardo più Mediaset, non compro più i prodotti di marca con l’esagerato ricarico di pubblicità, faccio la raccolta differenziata anche se so che nella mia città finisce comunque tutto in discarica,  cerco ogni giorno di portare una parola di verità tra amici e colleghi che, invece, non riescono a stare dietro alle nefandezze e alle distorsioni dell’informazione di regime.

Continuo anche a ripetere a tutti che il problema è solo nelle informazioni che spariscono, tutto qui. Voi provate a chiedere per strada o in una discoteca chi conosce il “più grande scandalo della repubblica italiana” evocato dal Premier l’anno scorso e su come è andato a finire. Oppure chiedete se qualcuno ricorda perchè De  Magistris è stato, di fatto, “sbattuto” fuori dalla magistratura. Nessuno ricorda niente.

La situazione è grave, davvero. Chi vorrebbe reagire non ha la forza politica per farlo, non ha un interlocutore che vuole farlo da un punto di vista politico.

E si continua a sopravvivere e mi chiedo chi ci salverà, o meglio, chi salverà il futuro dei miei figli?

Però non sono ancora stufo di combattere!

Annunci

Lascia un commento »

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


Entries e commenti feeds.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: