Tangentopoli 2 la vendetta sta per tornare? Io divento integralista.

14/02/2010 alle 08:56 | Pubblicato su politica | 2 commenti
Tag: , , , , , , ,

Consiglieri municipali, presidenti di Provincia, alti funzionari dello Stato, tutti dentro, di nuovo come 19 anni fa quando scoppiò Tangentopoli con l’arresto di Mario Chiesa. E mentre il Paese va a puttane e si continuano a perdere migliaia di posti di lavoro (un pò per la crisi economica, un pò perchè c’è chi la crisi la sfrutta per licenziare e riaprire un minuto dopo aver dichiarato il fallimento), non si vede la luce all’orizzonte. Sarebbe banale continuare a dire che il Paese è ipnotizzato, quindi incapace di reagire con durezza allo scempio che questa maggioranza autoritaria, corrotta e piduista porta avanti con sempre maggiore vigore. Sarà colpa della tv? Sarà colpa dei giornalisti che si auto censurano? Sarà colpa dello schifo che la gente prova per la politica? O sarà colpa di un opposizione politica inesistente che trova nel Partito Democratico, la massima espressione di collaborazione con Berlusconi da ormai 15 anni? Chissà!

Purtroppo la gente non ha il tempo di indignarsi e schifarsi a dovere, per il  marciume che emerge in questi giorni dalle inchieste sulla Protezione Civile che hanno coinvolto anche il superman Bertolaso, oppure per il consigliere municipale di Milano Mirko Pennisi arrestato per 5000 euro di tangenti per agevolare pratiche edilizie o ancora per l’arresto di un Presidente di Provincia, quella di Vercelli, Renzo Masoero per concussione. Ma perchè? Perchè? Perchè i media non stanno funzionando come quando nel 1992 scoppiò Tangentopoli a Milano. Non c’è la fila di cronisti e telecine operatori fuori dal palazzo di Giustizia che fanno dirette televisive ad ogni TG possibile in palinsesto, non c’è più nemmeno Brosio sul TG4. La gente non le sa queste cose. La gente non ha tempo di leggere le notizie su internet o di spendere un euro e 20 ogni giorno per comprare uno di quei pochi quotidiani che ancora le notizie le scrivono. Insomma se le notizie non arrivano alla gente che si spacca la schiena ogni mattina, magari per lavorare al nero  per arrivare a pagare l’affitto alla fine del mese, la consapevolezza che questo Governo stia per distruggere definitivamente quel pò di democrazia che ancora sopravvive non c’è.

E non ci vogliono le rivoluzioni e i tafferugli per strada, ma basterebbe aspettare le prossime elezioni regionali di fine marzo per dare un segnale forte che la festa è finita.

La mia indignazione da cittadino schifato dalla volgarità di un potere che si sta mangiando tutto e che ingloba, giorno dopo giorno, sempre più accoliti e servi che cercano il privilegio, non riesce più a reagire a questo strapotere.  La mia azione politica fatta presso amici, conoscenti, colleghi e in tutte le piccole micro esperienze sociali che mi coinvolgono, sta diventando insofferente alle giustificazioni che qualcuno da sull’andazzo generale. Non voglio più confrontarmi con chi parla, anche civilmente, della necessità del confronto per le riforme condivise o con chi sostiene che Berlusconi è vittima di un aggressione continua da parte della magistratura! Basta! Se qualcuno mi dice apertamente che sostiene l’opera e la persona di Berlusconi lo allontano, non voglio più averci a che fare e lo cancello dalla mia vita.

Chi non vuole aprire gli occhi per convenienza o, forse, anche per pigrizia, non può più avere a che fare con il sottoscritto. Sarà integralismo? Alla gente dobbiamo riportare le notizie, tutte quelle che sono sparite e che spariscono ogni giorno.

La politica in questi anni non si è riformata, ma anzi cerca di auto-conservarsi  con i provvedimenti che la Casta sta per sfornare, dal legittimo impedimento al processo breve, al lodo Alfano costituzionale alla nuova immunità per i parlamentari. L’unica azione di controllo e moralizzatrice è affidata ancora una volta alla Magistratura.

Mi fa rabbia sentire che ci vuole speranza e che i giovani sono la chiave di svolta del futuro di questo Paese, è retorica.  Dobbiamo reagire tutti, non centra essere giovani o anziani.

Noi saltiamo tutti se qualcuno non si sveglia e porta in piazza milioni di persone a protestare per far capire a tutti gli altri che la festa è finita!

Annunci


Entries e commenti feeds.