Il piano casa di Berlusconi con i soldi per gli sfrattati

15/12/2008 alle 17:23 | Pubblicato su economia | Lascia un commento
Tag: , , , ,

Il precedente Governo Prodi (decreto legge 159/2007 art. 21, covertito in legge nr. 222 del 29/11/2007) aveva stanziato 550 milioni di euro per realizzare un programma straordinario di ristrutturazione di alloggi popolari da rimettere subito a disposizione dei cittadini; sotto sfratto; aveva inoltre recuperato altri 150 milioni di euro per il finanziamento di programmi innovativi in ambito urbano e altri 100 milioni di euro per ristrutturare altrettanti immobili pubblici per affittarli a canoni sostenibili. Nella legge finanziaria 2008 il Governo Prodi aveva proceduto anche alla definizione dell’ alloggio sociale (come richiesto da norme comunitarie, e come definito dalla legge 8 febbraio 2007, n.9) a cui erano stati destinati altri 10 milioni di euro per ciascuno degli anni 2008, 2009 e 2010 e aveva istituito un Fondo per le politiche giovanili con 15 milioni di euro per incrementare gli alloggi da destinare alla locazione sostenibili dei giovani nelle grandi aree metropolitane.

Il Governo attuale, ha ridotto drasticamente tali risorse facendo rimanere esclusivamente i 550 milioni di euro, ma bloccandone il trasferimento agli enti locali che in alcuni casi, li avevano già impegnati stanziandoli per progetti urgenti di edilizia pubblica. Con il decreto legge 112 del 25 luglio 2008 il governo Berlusconi ha azzerato il piano straordinario previsto dal decreto legge 159/2007 del Governo Prodi e spostato i 550 milioni di euro verso il nuovo “piano casa”.

L’ennesimo spot del Governo si e’ realizzato e per mesi non si e’ fatto altro che parlare di questo faraonico progetto di edilizia urbana che concretamente mette a disposizione meno risorse di quelle globalmente stanziate precedentemente. Sono stati in questo modo cancellati circa 12.000 nuovi alloggi popolari a canone sostenibile, per i quali erano già state stanziate risorse e partiti i progetti. Un vero e proprio blitz del Governo Berlusconi passato sotto-silenzio nell’agosto scorso.

La legge nr. 133 del 6 agosto 2008 (pubblicata sulla GU il 21 agosto) che ha convertito il decreto legge 112/2008 dava 60 giorni di tempo al Governo per predisporre il decreto attuativo del cosiddetto piano casa, ad oggi non ancora emanato.

Quello che si sa e che e’ stato scritto tra i principi del nuovo provvedimento, e’ che viene stravolto completamente il riferimento agli alloggi in affitto che viene sostituito con il riferimento alla “prima casa”. Dunque un netto cambio di rotta da un piano di alloggi ad affitto calmierato a uno per la proprieta’. Siamo completamente fuori dall’Europa. Questo Governo persegue politiche opposte a quelle di tutti gli altri paesi UE che mediamente spendono ogni anno lo 0,7 del PIL nella realizzazione di nuovi alloggi in affitto contro il nostro 0,07, cioè 10 volte di meno. Il patrimonio di case pubbliche in Italia raggiunge la quota del 5% e siamo ultimi in Europa dove in diversi paesi arriviamo (Spagna, Francia e Germania) ad oltre il 40% con punte in alcuni paesi superiori al 50%. Il Governo Berlusconi con il suo “piano casa” ha deciso in questo modo che tutto viene messo in mano alle società immobiliari private, per un’offerta di alloggi diretti alle fasce sociali medio alte dimenticandosi completamente dell’edilizia residenziale pubblica, che dovrebbe finanziarsi unicamente con i soldi derivanti dalla svendita generalizzate degli alloggi pubblici esistenti. E intanto costruttori grandi e piccoli si fregano le mani nell’attesa di spartirsi i 550 milioni scippati agli sfrattati.
facebook.jpgCondividi su Facebook

Lascia un commento »

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.
Entries e commenti feeds.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: