Sicurezza sul lavoro il Governo rinvia di due anni l’emanazione dei decreti attuativi del dl 81/2008. Confindustria ringrazia.

15/02/2009 alle 09:46 | Pubblicato su lavoro, politica | Lascia un commento
Tag: , ,

Lo scorso 11 febbraio al Senato è stata votata l’ennesima fiducia richiesta dal Governo al maxi emendamento al dl “mille proroghe” nr. 207/2008. Con il voto è stato approvato anche il dl che passa alla Camera dei Deputati per la conversione definitiva entro la fine del mese.

Dopo il regalo alla lobby dei taxisti, il regalo a Confindustria che proroga di altri sei mesi l’entrata in vigore della “class action” e l’abrogazione del pagamento dell’Ici sugli immobili rurali (ringraziano i farabutti che vivono in ville accatastate in questo modo), un altro regalo a Confindustria arriva con l’ulteriore rinvio di 2 anni per l’emanazione dei decreti attuativi del decreto legislativo 81/2008 proposto dal precedente Governo Prodi e approvato nella scorsa legislatura. Stiamo parlando del “Testo unico sulla sicurezza nei luoghi di lavoro” che introduce una normativa unica in tema di rispetto della sicurezza sul lavoro.

Quanto sia stato osteggiato dalla Confindustria questo provvedimento di legge è cosa nota ma è scandaloso come il Governo Berlusconi continui a rinviarne l’entrata in vigore. Si sa che questo Governo è il “Governo di Confindustria” e che l’obiettivo principale di questa maggioranza non è la tutela dei lavoratori, bensì la difesa degli interessi degli industriali. Basti ricordare come tra i primi atti del Governo Berlusconi, poco dopo il suo insediamento, ci sia stata l’abrogazione della legge 188/07 approvata nella passata legislatura che introduceva “il divieto di far firmare preventivamente le dimissioni in bianco al lavoratore e alle lavoratrici”.

Insomma la logica che porta avanti questo Governo è ormai arcinota: “i lavoratori devono già ringraziare se hanno un posto di lavoro e per il resto non devono rompere i coglioni, né scioperi né rivendicazioni”. Si sa che Berlusconi si è accaparrato il silenzio totale di CISL, UIL e UGL e di questi tempi non farsi rompere le scatole dai sindacati è una grande conquista, vuol dire meno rogne, meno scioperi e più controllo sociale. Avete sentito per caso in tv o letto sui giornali che questi sindacati hanno protestato contro questo provvedimento? Macchè! Pappa e ciccia con Berlusconi. Non mi meraviglierei se uno dei segretari di questi sindacati avesse ricevuto la promessa di un seggio sicuro alle prossime elezioni europee di giugno.

Annunci

Lascia un commento »

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


Entries e commenti feeds.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: