Svastichella l’agressore di estrema destra del Gay Village

25/08/2009 alle 19:08 | Pubblicato su cronaca | 2 commenti
Tag: , , , ,

L’uomo di 40 anni ritenuto responsabile dell’aggressione e del ferimento, nella notte tra venerdì e sabato scorso, di due ragazzi gay a Roma è stato arrestato questa mattina. Si chiama Alessandro Sardelli e nell’ambito delle suo quartiere, il Laurentino 38, è sopranominato “svastichella” per la sua militanza negli ambienti di estrema destra della capitale e per la sua manifesta violenza più volte sfociata in atti di razzismo. Un “bel soggetto” insomma che si aggirava libero per la città e che un magistrato in stretta osservanza di quanto prevede la legge, non ravisando la “flagranza del reato”, aveva semplicemente denunciato a piedi libero rimandandolo a casa nella mattina di sabato scorso.

Il gip Renato Laviola, su richiesta del procuratore capo di Roma, Giovanni Ferrara e del pm Pietro Pollidori oggi ne ha disposto l’arresto e la custodia in carcere.

Il dietro front dei magistrati è stato dovuto ovviamente al clamore mediatico che questa disgrazia ha provocato, l’indignazione dell’amministrazione capitolina e del sindaco Alemanno in primis, hanno fatto il resto. Dopo 48 ore di ritardo sono arrivate le dichiarazioni di sdegno di alcuni esponenti del PD, nessuna dichiarazione da parte del Ministro della Giustizia che in altri casi non perde tempo a mandare in giro per l’Italia ispezioni nelle procure.

Il mancato arresto subito dopo l’accoltellamento, ha purtroppo mandato un segnale negativo alla collettività e in particolar modo a quegli ambienti omofobi della capitale, dove la caccia al diverso rafforza sempre più un coacervo di sentimenti di intolleranza che collocano Roma nelle capitali meno sicure dell’Occidente europeo.

La Destra non manca comunque di approfittare di questa aggressione per farsi pubblicità ed infatti il sindaco di Roma, Alemanno, nonostante continui a rifiutare il patrocinio alle manifestazioni del GayPride, ha annunciato oggi che si recherà a visitare la manifestazione prima della chiusura prevista per il 12 settembre. Il sindaco che non si è recato a trovare il giovane accoltellato in ospedale, oggi ha incontrato le associazioni GLBT di Roma, incontro durante il quale ha rassicurato tutti garantendo più “sicurezza”.

Certo è che l’emarginazione della manifestazione in aree sempre più periferiche della città per non dar fastidio agli altri imprenditori propietari delle discoteche di testaccio (dato il grande successo del Gay Village durante l’estate), e per evitare qualsiasi protesta da parte dei più benpensanti cittadini di Roma, hanno contribuito di certo a non rendere sicuro l’accesso all’evento in particolar modo nelle ore prossime alla chiusura.

Siamo certi che tra un mese, finito il clamore per questa triste vicenda, l’amministrazione comunale non si ricorderà più di nulla.

leggi anche: Roma: coppia gay aggredita e accoltellata, l’aggressore è libero!

Annunci

2 commenti »

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

  1. […] di indagini la polizia cosa ha fatto?  Ha rintracciato l’aggressore a casa, tal  Alessandro Sardelli di 40 anni, militante di estrema destra sopranominato “svastichella”, pregiudicato e per reati contro il patrimonio e gli stupefacenti,  e lo hanno denunciato in stato […]

  2. Non riuscendo a capire perchè alle 4 di notte un uomo che si fa chiamare “svastichella” si infastidisce per delle effusioni di due omosessuali di fronte al gay village dichiarando che potrebbero esserci dei bambini, pongo cinque domande a sto buffone:

    1) A Svastichella ci spieghi come fa un “uomo” con le tue ideologie a stare alle 4 di notte con dei bambini davanti al gay village?

    2) E se non stavi in compagnia di bambini che ci facevi da solo?

    3) Perchè hai avuto una reazione del genere?

    4) Cercavi emozioni forti e ti è andata male? è per gelosia che hai avuto quella reazione?

    5) Ci spieghi ora cosa dovrebbero farti a seguito della tua azione?

    In attesa di avere risposte che non arriveranno mai vi saluto a tutti.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


Entries e commenti feeds.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: